2015

Dal 2015 rimangono Giovanna e Simona a condurre l'attività,sotto l'occhio attento di papà Armando....mamma Antonietta è andata a cucinare per gli angeli,lassù in mezzo alle stelle.

Lascia in eredità il tocco magico della sua cucina che conserviamo come eredità preziosa ed indispensabile per continuare il nostro lavoro. Continua l'attività di viticoltura,alberi da frutto e ortaggi, così come l'allevamento di pollame e conigli.

1976-1999

Nascono 2 figlie, Giovanna nel 1976 e Simona nel 1982. Armando e Antonietta proseguono la loro attività di viticoltori, producono una discreta quantità di vino,allevano bovini e animali da cortile.

Dopo un'esperienza di 3 anni nel mondo della fabbrica ( Giovanna e Antonietta lavorano presso una cooperativa per conto della Ferrero S.p.A.) Antonietta decide di trasformare una sua grande passione,la cucina, in un lavoro vero e proprio.

Coinvolge tutta la famiglia e,ristrutturando la vecchia stalla e un porticato, danno vita nel 1999 a Cà d Toniot,unendo l'attività di ristorazione agrituristica a quella della coltivazione.

2004

Dal 2004 Cà 'D Töniot è anche bed & breakfast. quattro stanze spaziose, accoglienti, per immergersi nell'atmosfera calda e ospitale di un ambiente rustico dotato di ogni comfort per un soggiorno all'insegna del relax e della serenità.
Quattro stanze spaziose, accoglienti, per immergersi nell'atmosfera calda e ospitale di un ambiente rustico dotato di ogni comfort per un soggiorno all'insegna del relax e della serenità.

1971-1972

Dopo la morte dei propri parenti Armando acquista la proprietà della cascina e dei terreni, è il 1971, l'anno successivo nel 1972 si sposato con Antonietta che proveniva dalla provincia di Salerno

1999

L'azienda agrituristica “Cà ‘D Töniot” nasce a Castagnole delle Lanze (AT) nel 1999, da un’idea della nostra famiglia. Töniot, infatti, è il diminutivo piemontese di Antoniotto, il nostro cognome. 

1950

La casa dove è nato l'Agriturismo Cà d Toniot è stata costruita negli anni '50 da Giovanni e Riccardo Antoniotto,rispettivamente zio e cugino di mio padre, Armando.